Cospargersi il capo di cenere
Pentirsi, fare atto di penitenza; è un modo di dire legato alla tradizione cattolica del “mercoledì delle ceneri”, all’inizio del periodo quaresimale, quando il sacerdote cosparge di cenere il capo dei fedeli (nella dottrina cattolica la cenere ricorda all’uomo la fragilità della sua condizione ed è il segno esterno del pentimento).
Nel linguaggio comune la frase viene utilizzata, anche scherzosamente, per ammettere un proprio errore, una colpa, una responsabilità.