Tortona palle di cannone

Per la precisione le palle di cannone inserite nell’artistica cornice sono tre. Questa – qui riprodotta – è murata sulla casa d’angolo tra Corso Leoniero e Via Puricelli, un’altra si trova all’inizio di Via Bandello (dietro il Duomo, all’ingresso di un cortiletto) e la terza è sulla parete sinistra della chiesa di San Giacomo (nella piazzetta a lato).

Queste tra palle di ferro furono donate al museo quando venne aperto (1903). Aristide Arzano intese valorizzarle ricordando tre assedi che coinvolsero Tortona e per questo furono studiate le tre citate cornici marmoree, opera del marmista tortonese Ferretti. Da ricordare infine, che il doppio assedio del 1642 e 1643 fu il più devastante per Tortona, da quando furono introdotte le armi da fuoco.