Ogni tanto val la pena sedersi un attimo in più e fare un pò il punto per parlare di questo blog. Premetto che pochi giorni or sono ho sentito dire ad un’amica che il blog è una cosa da sfigati e ci vuole un sito. Non parlava con me, però ho colto la battuta. Invece io questo blog l’ho pensato e ripensato. Ho pensato ai contenuti prima di averli. Ho pensato alle immagini quando ne avevo un pò ed altre le avrei riprodotte cammin facendo. Il titolo non tradisce: parla di Territori. Si, con la T maiuscola. Con tutto il rispetto. Finora sono riuscito a descrivere paesi, monumenti, chiese, palazzi, eventi di vario genere ed altro ancora. I Territori sono prevalentemente alessandrini, ma nulla vieta di sconfinare. Vado di mia iniziativa, ma a nessuno è vietato di darmi indicazioni, di segnalarmi qualcosa che merita attenzione con uno scritto od un pò di foto. Mi piace, lo faccio. In più, mi piace per far diffondere. Capisco bene che di certe località se ne parla più e più volte, mentre di altre si dice poco o nulla. Peccato! Ripeto, se qualcuno ha piacere di segnalare qualcosa che merita attenzione, mi scriva via e-mail o come meglio crede. Altrimenti faccio di mia iniziativa. E poi vorrei ringraziare coloro che mi leggono, mi seguono, scrivono critiche positive o meno. Va bene.