Territori diffusi per il ciclismo

Stamattina transitavo per quelle che son chiamate “le strade di Coppi”, ma anche da Costa Vescovato a Sarizzola. I Colli Tortonesi. Ed era bello vedere appassionati del pedale, ciclisti o bikers, in solitaria od in nutriti gruppi. Ecco, questo è un bel riscontro. Non il solito ciclismo d’epoca rievocato ogni due per tre. I territori diffusi ed accessibili sono il grande vantaggio delle nostre strade. Il ciclismo, prima di essere un business per un paese perché vi nacque Coppi o perché vi è il museo dei Campionissimi, è e rimane uno sport popolare, accessibile a chiunque. Almeno così dev’essere!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.