Sabato 17 novembre, alle ore 17, nel salone del Comune a Villalvernia si è tenuta la presentazione del libro “Storia di VILLALVERNIA” di Gian Carlo Vaccari. Sono intervenuti con l’Autore: il Sindaco di Villalvernia Sig. Franco Persi con il Relatore e Dr. Federico Buffoni.

Questo volume è successivo ad altre due pubblicazioni sul paese.

VILLALVERNIA  storia-notizie-documenti di cui ne furono messi in stampa 300 esemplari e fu pubblicato nel 1967; l’autore Carlo Felice Capello scrisse: “Dedico questo mio lavoro alla santa memoria di mia Madre Claudia Capello – Bogliolo”

Il bombardamento di Villalvernia – Il vuoto di una volgare carneficina del 1999 PARROCCHIA SANTA MARIA ASSUNTA

Già nella presentazione firmata dal Sindaco di Villalvernia, Franco Persi, si sostiene che questo volume “sembra potersi assumere, nel modo più efficace, proprio il compito di salvaguardare la memoria degli episodi che hanno contrassegnato il progredire nel tempo della nostra comunità”. L’opera è patrocinata onerosamente dall’Amministrazione Comunale di Villalvernia. L’autore, Gian Carlo Vaccari, che esordì nel 1995 con “Storia di Gavazzana”; nel 2003 fece seguito il volume “Le Streghe della Val Magra, un processo del XVI secolo nel Vescovato di Tortona”. Nel 2006, usci dalle stampe il volume “Sant’Agata Fossili e la sua comunità” e, l’anno successivo, “Carezzano antica capitale del Vescovato di Tortona”. Nel 2010 fu pubblicato “Cassano degli Spinola”. Tutti pubblicati grazie ai contributi dei rispettivi Comuni.

Persi_Vaccari_Buffoni
da sinistra: il Sindaco Persi, Gian Carlo Vaccari e Federico Buffoni

Il relatore Federico Buffoni, nato a Genova nel 1946 e ha trascorso gran parte dell’infanzia e della giovinezza a Vargo di Stazzano. Laureato in giurisprudenza, è giornalista professionista e ha lavorato per diversi quotidiani. Autore di testi musicali, cabarettistici e teatrali, ha pubblicato i volumi di racconti “Il bue celeste” e “Ola barba o la lepre”, il romanzo breve “Viaggio a un Laboratorio” e le raccolte di poesie “L’Apoesia”, “L’amore dei poveri”, “Antologia poetica”.

  • CAPITOLO I

Il luogo – Le origini – Le famiglie feudatarie e il governo del comune – Il castello – La cascina Guacciorna

  • CAPITOLO II

I primi edifici di culto – La “chiesa del castello” nei secoli XIX e XX – L’odierna chiesa parrocchiale – Cappelle votive e chiesa di San Marcello

  • CAPITOLO III

Avversità e superstizioni – Usi e costumi – Il clero

  • CAPITOLO IV

La peste – Episodi di stregoneria – Lo stato di povertà – Il brigantaggio

  • CAPITOLO V

Verso tempi migliori – Vicende amministrative – Una clamorosa ipotesi di corruzione

  • CAPITOLO VI

Dati demografici ed economici – Toponomastica ed ambiente – L’archivio comunale e parrocchiale

(Vaccaruzza – Regioni Isolotto – Costiolo – Argine – Rivassa …… La Braida – Cereta – Bossoleto – Selva – Vignassa – Fornace – Molino – Broglio – regione Cappelletta – Vadera – il casale America –  cascinale Corana – cascine Conte – Canegallo – Persi – Pelosi- Ferrara …….non trovo cenno di Biancanile e Fossati)

  • CAPITOLO VII

Personaggi celebri – Famiglie notabili – Soldati combattenti – Stemma comunale

(Maggiore Generale Giuseppe Luigi Passalacqua – don Domenico Persi – don Giuseppe Maria Persi – professor Guglielmo Paolo Persi – cavalier Felice Bogliolo – Maria Teresa Ricci – generale Domenico Carbone – Pietro Corbellini – Adriano Sicbaldi …famiglie notabili: Passalacqua – Bogliolo – Valerio – Gritta)

  • CAPITOLO VIII

Villalvernia alla vigilia del suo olocausto – Il bombardamento del ’44

  • CAPITOLO IX

Sindaci e podestà dall’Unità d’Italia – Parroci

Pubblico
I presenti

Qui di seguito il pezzo che ho scritto:

Villalvernia e la sua storia

Sabato 17 novembre, presso il salone del Comune c’è stata la presentazione del libro “Storia di VILLALVERNIA”, scritto da Gian Carlo Vaccari. Insieme con l’autore, il Sindaco di Villalvernia, Franco Persi ed il Dr. Federico Buffoni a farne una presentazione dell’opera. L’opera è la storia del paese, partendo da lontano per arrivare fino ai giorni più vicini a noi. Il Comune si è fatto carico delle spese per l’acquisto delle copie messe in stampa ed il libro non sarà in vendita, ma chi avrà piacere di fare un’offerta, questa sarà devoluta alla Scuola dell’Infanzia ed alla scuola Primaria del paese. Così infatti ha chiarito ai presenti il Sindaco. Dotta la presentazione del Dr. Buffoni, giornalista per tanti anni del quotidiano “Il Secolo XIX” e telecronista degli incontri di calcio. Ha esaltato la qualità del libro per i contenuti, per la bravura dell’autore e per la sua leggibilità. Vaccari poi, ha citato il bombardamento del primo dicembre 1944 ed i documenti che chiariscono i fatti. L’esatto numero degli aerei, che furono 18. Il tipo di aereo, la provenienza da una base militare in Corsica. L’obiettivo preciso fu il ponte ferroviario. Come ben si sa, fu colpito tutt’altra parte, col gran numero di vittime che ne conseguì. Al tavolo siede anche Giulio Corana, villalverniese, che trae spunto da alcune parti del libro. Cita il brano in cui si fa riferimento allo stato di povertà in cui versava il paese nel 1673. Ricorda la parte in cui si racconta di quando, nelle giornate 17 e 18 del mese di agosto si svolgeva la fiera da bestiame. Se ne perse col tempo l’usanza a seguito di una modifica decisa dal Comune che la spostò in occasione della Patronale di ottobre. Ancora, la parte in cui si cita di un broglio elettorale nel 1865. Tutto da leggere. Bello il quadro che se ne fa del paese alla vigilia dell’”Olocausto villalverniese”. Come si presentava la vita del paese in allora, fino al 30 novembre 1944. Ringrazia l’autore per aver saputo cogliere e trasmettere emozioni. Il sindaco ringrazia tutti i presenti, che sono tanti ed hanno riempito la sala. Grazie alla Pro Loco che ha contribuito con tutto lo staff ad organizzare questo evento. Grazie ai sindaci ed all’avvocato Benedetto Gritta per aver donato al Comune una stampa antica del paese.