Pasturana e Tassarolo, i volti degli abitanti sui calendari del 2019

L’anno scorso sorprese tutti leggere un titolo così:

Il parroco diventa fotografo: sul calendario del paese i ritratti degli abitanti

A Pasturana e a Tassarolo il 2018 è stato scandito dai ritratti fotografici dei residenti. L’idea era di don Marco Visconti, parroco dei due paesi, che per l’occasione vestì i panni del fotografo, immortalando decine di abitanti in 24 diverse immagini

donmarcovisconti
don Marco Visconti

Due differenti calendari, con lo stesso stile, «per rendere omaggio alle persone che danno vita, giorno dopo giorno, alla nostra storia» così diceva l’autore. A Pasturana e a Tassarolo il 2018 non fu scandito dall’immagine di qualche modella patinata ma dai ritratti fotografici degli abitanti. L’idea originale di don Marco Visconti, parroco dei due paesi che dal 2014 formano un’unica comunità pastorale. Per l’occasione, don Marco ha vestito i panni del fotografo, immortalando diversi abitanti.

I calendari furono due, uno per Pasturana e uno per Tassarolo. Dodici fotografie ciascuno, ventiquattro in tutto.

Quest’anno si ripropone l’idea e sono in distribuzione i calendari nei due paesi, quindi nelle due parrocchie.

Tassarolo_

Calendario Pasturana

I calendari sono in distribuzione presso le chiese e nei principali esercizi commerciali dei due paesi. L’anno passato l’offerta minima era di 5 euro, quest’anno la richiesta è invece di 8 euro e i contributi saranno destinati alle attività parrocchiali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.