Il Santo Natale è alle porte, e a Cassine incombono i preparativi per il Presepio vivente. Gruppo vincente non si cambia.

Chiesa san Francesco Cassine

Ed eccoci tutti intorno al tavolo, nella sala dell’oratorio, per gli ultimi ritocchi di quello che è diventato l’evento dell’anno.

Straordinario ideatore e fondatore fu Mauro Gollo, l’amico di tutti, persona speciale, capace di coinvolgere l’intero paese in questa avventura che ha raggiunto ormai la quinta edizione.

Coadiuvato e sostenuto da altre due figure speciali, Ettore Rino Bormida e Dino Orsi, compagni di giochi goliardici ed entusiasti.

Raccolta l’eredità lasciata dai tre, il gruppo porta avanti il progetto con sentimento e rispetto per gli amici scomparsi.

Ecco così che l’edizione 2018 ritroverà le botteghe illuminate a festa lungo la salita verso la stupenda e antica Chiesa di San Francesco, antistante la piazza col Municipio.

A salutare i numerosi pellegrini ci saranno il falegname, le sarte, il farmacista, il fabbro e l’oste, e i bimbi della scuola.

Si gusteranno pizza e ravioli di magro, mentre la cioccolata calda e il vin brulè profumeranno l’aria fredda dell’inverno.

Ma anche tante novità tutte da scoprire in questa edizione, accompagnate dal suono della fisarmonica e dal vociare tra le bancarelle del mercato.

Alle 23,15 le navate della Chiesa ospiteranno la Santa Messa, e ai rintocchi della mezzanotte tutti saranno raccolti attorno alla capanna ad accogliere la nascita del Bimbo Redentore, tutto si copre di magia, nella notte più magica e suggestiva dell’anno.

E un coro di angeli scende dal cielo per augurare a ciascuno feste serene.

Lucia Dini