Prima Giornata del Romanico in Piemonte

Il 14 aprile 2019 la Sezione di Alessandria di Italia Nostra partecipa alla Prima Giornata del Romanico in Piemonte collaborando con il Comune di Cassine (AL) alla realizzazione dellamostra video-fotografica “Romanico nascosto” ospitata nella monumentale chiesa di San Francesco (sec. XIII-XIV).

La mostra curata dalla Presidente di Italia Nostra Alessandria, Francesca Petralia e dall’Assessore alla Cultura di Cassine, Sergio Arditi, attraverso le fotografie realizzate da Piero Tortello e la proiezione di un breve filmato, consentirà di poter vedere alcuni frammenti di affreschi e particolari architettonici Romanici rimasti “intrappolati” dalle strutture del sottotetto della chiesa a seguito delle trasformazioni subite nel tempo dall’edificio e inaccessibili al pubblico.

A partire dalle ore 15,00 sarà possibile effettuare la visita guidata alla chiesa e all’attiguo Museo d’arte sacra “Paola Benzo Dapino” che per l’occasione avrà l’ingresso gratuito, nella giornata verranno presentati anche i restauri che hanno consentito di riportare alle condizioni originarie l’altare e la cappella cinquecenteschi dedicati a San Bartolomeo, in particolare gli stucchi che presentavano sovrapposizioni che ne avevano rimodellato l’aspetto tardo manierista.

Con il proprio intervento la Sezione di Alessandria di Italia Nostra si auspica di stimolare nuovi studi e ricerche sulla storia della chiesa che possano partire proprio dalle aggiornate immagini che verranno esposte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.