Nel paese di Carezzano, sostando in Piazza Cavour, appena alzati gli occhi si nota una targa dedicata a SEXTO CANEGALLO (1892-1966).

La targa dedicata a Sexto Canegallo
La targa in piazza a Carezzano

Sexto Canegallo era nato e viveva a Sestri Ponente, dove il padre Carlo (originario di Carezzano) e la madre Teresa gestivano un albergo, ma il suo legame con il comune del Tortonese risale all’infanzia e alla giovinezza del pittore. In seguito, sfollò qui negli anni del secondo conflitto mondiale e trascorse nella casa di famiglia in via della Pace le estati successive.

Artista divisionista ligure, è stato definito il pittore dell’anima o del pensiero, per la straordinaria capacità di comunicare, per mezzo del pennello, le sue emozioni e gli stati d’animo la cui espressione era tradizionalmente affidata alla letteratura.
Canegallo espose con straordinario successo a Roma e a Genova nel 1920 e a Parigi nel 1925, ma, dopo quelle tre mostre, scomparve dalla scena, pur continuando a dipingere sino al termine del suo lungo percorso artistico.
L’artista era profondamente legato a Carezzano, piccolo comune sui colli tortonesi, in provincia di Alessandria e alle zone circostanti,

Sexto Canegallo, il pittore divisionista (1892-1966), riposa nel cimitero di Carezzano, paese di origine del padre, accanto ai genitori e alla sorella Rosa. Nel mese di settembre del 2008, grazie ad un’iniziativa realizzata dal Comune in collaborazione con Pro Loco e Saoms di Carezzano, in piazza Cavour (conosciuta come piazza del pino), c’è stata la posa di una targa a ricordo dell’artista.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui