Un primo passo per comprendere la cultura thailandese si può fare analizzando la bandiera di questo paese che è composta da strisce orizzontali rosse, bianche e blu.

Il rosso indica la Nazione, il bianco rappresenta la Religione, ed infine il blu simboleggia la Monarchia. Offendere la bandiera è reato, così come non rispettare la Religione o la Monarchia. Le pene sono estremamente severe e riguardano anche gli stranieri.

LA CULTURA THAILANDESE E LA RELIGIONE

La religione ufficiale in Thailandia è il Buddhismo Theravada, professato da circa il 95% della popolazione e introdotto nel Paese nel 329 a.C. La religione ha un ruolo molto importante nella cultura locale. Nonostante il Buddismo sia la religione preponderante c’è una grande tolleranza religiosa, infatti è ciò permette la pacifica convivenza di altre fedi come l’islamismo(4%), il cristianesimo(1%) e l’induismo.

I Thailandesi sono un popolo estremamente pudico, tanto che nei film locali è quasi impossibile vedere un scena con un bacio, questi tabù finiscono però nei luoghi privati. In poche parole ognuno è libero di fare tutto ciò che vuole, ma non deve creare un pubblico scandalo.

Il loro pudore si nota anche dal modo che hanno di salutarsi, infatti i thai non hanno l’usanza di stringersi la mano, ma usano il wai, un saluto fatto congiungendo le mani, simile ad una preghiera.

Un’ ultima curiosità sono i piedi: le piante dei piedi sono considerate la parte più spregevole del corpo, tanto che è estremamente maleducato puntare i piedi in direzione di qualcuno!

LA CULTURA THAILANDESE E LA MONARCHIA

Meglio evitare discorsi politici e critiche rivolte alla la Famiglia Reale, infatti il Re e la Regina sono venerati ed amati dal popolo thai, tanto che un gesto o una parola di troppo contro la Monarchia è punibile con l’estradizione o addirittura con l’arresto. Ovviamente con i turisti si tende ad essere più flessibili.

LA CULTURA THAILANDESE E L’ECONOMIA

La maggior parte della popolazione thailandese(60%) vive grazie ad un’agricoltura di pura sussistenza basata sulla coltivazione del riso, della canna da zucchero e del mais. Nella parte nord del paese, invece, la presenza del legno pregiato (tek) e dal tabacco forniscono più possibilità agli agricoltori. A Sud invece sono presenti alcuni villaggi che basano il loro sostentamento sulla pesca.

Negli ultimi anni il settore turismo, anche grazie all’ospitalità tipica della cultura thailandese, è in forte crescita

LA CULTURA THAILANDESE E LA CUCINA

Nonostante spesso si associ la cucina Thailandese allo stereotipo delle cavallette e degli scorpioni su stecchetto, questa è una delle più popolari al mondo, e gli insetti sono solo uno delle tantissime ricette che offre! Colori e aromi intensi, accostamenti audaci, sapori inusuali: la cucina thailandese è capace di sorprendere e deliziare il viaggiatore fin dal primo assaggio. Le specialità Thai sono il frutto delle variegate influenze culturali a cui questo paese è stato sottoposto, quella araba e quella cinese su tutte.
Gli ingredienti principali sono riso, verdure e spezie, insieme a gustosi frutti tropicali. Ciò che rende questa cucina così particolare sono le combinazioni tra questi ingredienti, che riescono a combinare i quattro sapori fondamentali, il dolce e il salato, l’aspro e l’amaro. Una nota ricorrente è poi il piccante, che non manca quasi mai nei piatti tipici thailandesi.
Il piatto senza dubbio più celebre è il pad thai, che consiste in una ciotola di noodles (simili ai nostri spaghetti) saltati in padella con uova, verdure, tofu, carne o pesce e granella di arachidi. Una delizia che dovete assolutamente provare!

Ora non ti aspetta altro che fare un viaggio in Thailandia!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui