A Gavi, dell’attuale parrocchia, la Chiesa di San Giacomo Maggiore, il primo documento che ne conferma l’esistenza è del 15 Agosto 1172, anno in cui gli Alessandrini giurano fedeltà e vassallaggio al Marchese di Gavi.
La facciata è in purissimo stile romanico, intatta come quando la Chiesa fu eretta, in arenaria locale, nella seconda metà del XII secolo, sui resti di un ospizio per i pellegrini in viaggio verso il santuario di San Giacomo de Compostela.

Il portale, decorato di colonne agilissime e lavorate a trecce nell’arco, ospita nell’architrave “L’Ultima Cena”. 

Bellissimo il tiburio della torre campanaria, a pianta ottagonale non equilatera. Sul lato destro della chiesa si trova un caratteristico porticato aperto su un piccolo giardino a terrazzo da cui si gode un’ampia visuale sul paesaggio circostante. Molte opere d’arte si trovano all’interno della Chiesa. La festa “grande” della chiesa e di Gavi è il 25 luglio giorno del titolare della Parrocchia, San Giacomo Maggiore, patrono della Città di Gavi.

A Gavi sabato 25 luglio, in occasione della festa patronale di San Giacomo, le guide dell’Associazione Amici del Forte e di Gavi, propongono una interessante visita guidata alla chiesa parrocchiale di Gavi. Per tutti coloro che fossero interessati, due saranno gli appuntamenti: uno al mattino alle ore 10 e l’altro al pomeriggio alle ore 16 all’interno della chiesa, fino al numero consentito dalla massima capienza. Sarà necessario dotarsi di mascherina.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui