Ha aperto martedì 14 dicembre la mostra fotografica #MAREDENTRO di Marta Bignone, mobile photographer genovese alla sua quarta esposizione personale.
Una selezione di 40 immagini dedicate alla Liguria e al tema del mare, intimo testimone e custode del ventaglio di emozioni che l’autrice gli affida nel suo percorso di esplorazione personale. E queste sono Storie di Territori che mi lasciano incantato.

E siccome Marta Bignone è amica, oggi mi sono distaccato dal Basso Piemonte per andare fino a Genova Nervi a vedere la sua mostra.
L’esposizione è ospitata presso il Castello di Nervi, sulla Passeggiata Anita Garibaldi, con un’incantevole vista sul porticciolo e domani, 19 dicembre, con orario continuato 10.00-17.00 sarà l’ultimo giorno per visitarla.

L’ingresso è gratuito, gestito in base alla vigente normativa anti-Covid.


Promotrice della Smartphone Photography, Marta Bignone è un occhio discreto e attento, che osserva il mondo attraverso una personale visione e regala degli autentici quadri emozionali, in una risoluzione di megapixel perfetta e straordinariamente realistica.


Si, è vero, le sue foto sembrano quadri che perdono i contorni in un tripudio di colori, luci e ombre, che conducono in una dimensione onirica e silenziosa.


Ho trovato scritto che le opere di Marta Bignone rispecchiano una personalità asciutta e rigorosa, un’anima solitaria e profonda, una capacità cognitiva non comune. E’ vero!
Questi scatti attraggono l’osservatore per la nitidezza degli intenti, la particolarità dello spunto narrativo, oltremodo lasciano un segno tangibile, soprattutto per la ricerca di dettagli che altrimenti andrebbero perduti.


La capacità di cogliere l’attimo e trasformarlo in un racconto visivo è sinonimo di un talento non comune, semplice e geniale esattamente come la realtà che ci circonda.


Questa mostra trae origine dal progetto #Pensoperimmagini, nato dall’esigenza di parlare attraverso l’immagine e di condividere il viaggio introspettivo dell’autrice, che abbina a ciascuno scatto un aforisma a suggellare l’emozione e accompagnare la narrazione.


#Pensoperimmagini è un viaggio straordinario che riempie gli occhi e nutre l’anima.

Grazie Marta per questo breve viaggio, durato il tempo della visita alla tua mostra. Ho amato osservare i tuoi scatti ascoltando la musica e le onde del mare come sottofondo. Alla prossima!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui