Sono 79 le città del Piemonte che hanno aderito alla prima edizione della Giornata regionale del gioco libero all’aperto, in programma per sabato 28 maggio.

Una ricorrenza che la Regione Piemonte ha fissato per ogni ultimo sabato di maggio con l’obiettivo di promuovere l’importanza della libertà di movimento e di gioco delle bambine e dei bambini, che possono così sperimentare libertà di relazione e di pensiero, scegliere ed orientare la propria azione secondo l’età, la curiosità, i bisogni ed il grado di autonomia.

Per l’assessore regionale piemontese alla Famiglia e ai Bambini, in particolar modo dopo le sofferenze provocate dalle chiusure e dai distanziamenti sociali imposti dalla pandemia, era doveroso mettere in campo azioni che favorissero il gioco all’aperto, considerato non soltanto come forma di divertimento ma come momento fondamentale per la socializzazione e la crescita. Con questa iniziativa l’assessore si augura che le famiglie si rendano conto dell’importanza del gioco libero, che non vuole mettersi in contrapposizione con le nuove forme di intrattenimento elettroniche, anch’esse importanti, ma come modalità in cui far giocare i figli nella realtà, a contatto con i propri amici.

Ogni città (la suddivisione per province ne comprende 12 per Alessandria, 5 per Asti, 4 per Biella, 20 per Cuneo, 6 per Novara, 26 per Torino, 1 per il VCO e 5 per Vercelli), ha predisposto una serie di attività che si terranno in piazze, parchi e aree verdi. A Torino l’evento si svolgerà dalle 10 davanti alla sede della Regione Piemonte, in collaborazione con Comune, Anci, Circo Wow e Unicef.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui