Ieri pomeriggio, presso il Santuario “Nostra Signora delle Grazie” in Valle di Gavi, si è svolta la presentazione storica del Convento e del Santuario di Valle ben illustrata dal Prof. Luigi Pagliantini.

Numerose le presenze ad assistere con appassionato interesse.

Meta per secoli di pellegrinaggi, si presenta oggi, nell’assommarsi di strutture cinque, sei, settecentesche, su quello che fu il quattrocentesco nucleo originale.

All’origine dell’attuale complesso edificio vi era un’edicola, attorno alla quale, in seguito al passaggio di San Bernardino da Siena in pellegrinaggio apostolico, fu costruito, intorno al 1450, l’oratorio di San Bernardino, nome che si aggiunse a quello più antico di Santa Maria delle Grazie.

Con il tempo sorse un ospizio per i pellegrini che poi diventò convento, nel XVIII secolo si ebbero i lavori di ampliamento e le trasformazioni più imponenti che fecero assumere al Santuario la struttura attuale.

In quel tempo si edificò la nuova chiesa a tre navate all’interno della quale sono custoditi il dipinto della ‘Vergine con il Bambino’ (sec. XV), la statua di ‘San Bernardino’ (sec. XV), il gruppo ligneo rappresentante l’ ‘Estasi di San Francesco’ e la statua marmorea di ‘San Bovo’ del 1702.

Interessanti sono la bella sacrestia arredata con mobili del primo settecento ed il chiostro, con le logge al primo piano, costruito nel XVIII secolo, perfettamente quadrato, scandito da arcate a tutto sesto sostenute da massicce colonne in pietra. Nella storia il convento venne custodito dagli Agostiniani (1591-1597), quindi dai Carmelitani (1597-1599) ed infine, con atto del 3 Febbraio 1599, fu consegnato dall’arciprete di Gavi ai Frati Minori Osservanti. I frati furono poi ritirati negli anni più recenti.

Nel luglio del 2015 fu fatta grande festa l’ingresso ufficiale delle suore della fraternità della Santissima Vergine Maria nel convento guidato fino a due anni prima dai frati francescani minori. Fu fatta una grande festa celebrata insieme alle confraternite dei Bianchi, dei Rossi e dei Turchini di Gavi e di altri paesi vicini, nonché dai parroci e dai diaconi, oltre agli amministratori comunali gaviesi ma soprattutto dall’arcivescovo di Genova, Angelo Bagnasco, accolto dai prelati davanti alla chiesa.

La festa del Santuario si celebra l’ 8 settembre giorno di N.S. delle Grazie.

1 commento

  1. Se non sbaglio era il convento dove negli anni ‘69 60 furono ospitati i seminaristi del seminario ns del monte di Genova dei frati minori a seguito epidemia di varicella. Restammo ospiti della struttura per circa un mese ed era d’estate. Fu una bella esperienza e ricordo di aver letto molti libri della biblioteca . Il complesso in quegli anni non era tenuto molto bene saluti da Luigi panetta ex seminarista di sanremo

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui