Ronco Scrivia è il centro dell’alta Valle Scrivia, probabilmente di origine romana, ma le sue prime notizie storiche risalgono al 1127. Con le caratteristiche di un borgo feudale cinto da mura passò dai Vescovi di Tortona ai Malaspina e poi agli Spinola.

Da sempre importante nodo di comunicazione dell’Italia settentrionale, durante la seconda guerra mondiale è stato parzialmente distrutto da numerosi bombardamenti ed ha attivamente partecipato alla Liberazione ospitando distaccamenti partigiani ai quali fecero parte numerosi abitanti del luogo. Per questo motivo il paese ha ottenuto la medaglia di bronzo al Merito Civile.

Trasformatosi da borgo agricolo a centro industriale, conserva alcuni importanti monumenti e località di interesse. Ricordiamo il Palazzo Spinola, ora municipio, di costruzione cinquecentesca, il Castello di Borgo Fornari del 1200. Nei pressi della Chiesa si erge il più monumentale ponte storico della valle, che con le sue quattro arcate a schiena d’asino, unisce le due sponde del Torrente Scrivia. Da citare la piccola frazione di Porale che fu sede di un monastero benedettino.

Il ponte monumentale sullo Scrivia
Il ponte monumentale sullo Scrivia

Da visitare Villavecchia con il suo ponte medievale lungo la Via Postumia è la parte più antica del paese, insieme alla Chiesa parrocchiale di San Martino furono in parte distrutte durante la Seconda Guerra Mondiale dai bombardamenti alleati.

Villavecchia
Villavecchia
Villavecchia
Villavecchia
Villavecchia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui