Il terzo appuntamento con i tuour virtuali del progetto Barocco Sacro in Diocesi di Tortona è per domenica 27 dicembre 2020, questa volta la meta sarà la Basilica di San Pietro di Broni (PV).

La Basilica minore di San Pietro Apostolo ricevette il titolo di Basilica nel 1953. Il primo edificio, risalente al III-IV secolo d.C., era di dimensioni molto più ridotte confronto l’attuale che oggi si presenta come un articolato complesso caratterizzato da un’imponente facciata che guarda sulla centrale Piazza Garibaldi.

La Basilica al suo interno

Il ricco apparato decorativo interno venne realizzato a partire dal XVII secolo.

Sono molte le meraviglie d’arte che la chiesa di Broni custodisce e molti i racconti che ancora oggi visitatori e pellegrini possono rivivere attraverso le pitture e gli affreschi che animano le pareti.

Particolarmente cara ai fedeli è la cappella a destra del presbiterio dove si trova l’urna di San Contardo, il pellegrino protettore di Broni. La vita del Santo, appartenente alla nobile famiglia degli Estensi di Ferrara, è illustrata in un ciclo di affreschi dal maestro Giovanni Battista del Sole. Il patrono di Broni giunse nella cittadina dell’Oltrepo’ pavese nel XIII secolo, quando, fatto voto di povertà e offertosi al Signore, Contardo intraprese il pellegrinaggio verso Santiago di Compostella insieme a due compagni di viaggio, ma, ammalatosi durante il cammino, fu costretto a fermarsi a Broni dove morì il 16 aprile del 1249. Al centro della cappella, esposto alla devozione, si trova il corpo di San Contardo. La teca, in legno scolpito e dorato, racchiude le reliquie del Santo, vestito da pellegrino. San Contardo viene festeggiato e onorato dalla popolazione che, con grande devozione, lo ricorda solennemente tutti gli anni l’ultimo sabato del mese di agosto.

Il progetto dedicato al Barocco Sacro, promosso dall’Ufficio Beni Culturali, nasce all’interno dei piani di valorizzazione interdiocesani, coordinati dalla Consulta Ecclesiastica del Piemonte e della Valle d’Aosta, insieme alla Regione Piemonte ed è stato realizzato con il contributo stanziato dalla Cei con i fondi provenienti dall’8×1000.

Grazie alla collaborazione con i parroci e i volontari diocesani, edifici come la Basilica di San Pietro durante l’anno verranno aperti e valorizzati attraverso iniziative culturali e visite guidate.

In attesa di poter proporre nuovamente le aperture con i volontari del progetto “Chiese Aperte” a Broni e negli altri luoghi del barocco, fino al 10 gennaio 2021, ogni domenica, sui social del Polo Culturale Diocesano, sul sito del Museo www.muditortona.net  e su quello di Radio PNR www.radiopnr.it sarà possibile vedere un nuovo video sul Barocco sacro in Diocesi di Tortona.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui